La spirea: nuvola bianca o rosa

Pur avendo un terrazzo, oggi vorrei illustrare una pianta che invece in vaso è un po' sprecata.
Non perché sia brutta, non perché sia difficile, ma perché dà il meglio di sé in piena terra, come pianta da siepe o come esemplare isolato.

"Spiraea vanhouttei 20" by Kor!An (Андрей Корзун) - Own work. Licensed under CC BY-SA 3.0 via Wikimedia Commons - https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Spiraea_vanhouttei_20.jpg#/media/File:Spiraea_vanhouttei_20.jpg


Parliamo della spirea, che appartiene alla famiglia delle Rosacee: sì, sono parenti delle rose. Al contrario delle cugine, fanno fiori piccoli ma riuniti in corimbi fittissimi, tanto da dare l'impressione di ricoprire interamente i rami e da lontano creano uno strepitoso effetto nuvola.



L'unico difetto (per me ampiamente compensato) è che le spiree non sono sempreverdi. Inoltre pur fiorendo in maniera abbondantissima non ripetono la fioritura, che può durare a lungo ma comunque non dei mesi. Però quando sono in fiore non si possono non notare!

"Spirea 'Arguta' - geograph.org.uk - 1251036" di Jonathan Billinger. Con licenza CC BY-SA 2.0 tramite Wikimedia Commons - https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Spirea_%27Arguta%27_-_geograph.org.uk_-_1251036.jpg#/media/File:Spirea_%27Arguta%27_-_geograph.org.uk_-_1251036.jpg


Vengono divise in genere in due gruppi: per il colore del fiore (bianco o rosa) e per il periodo di fioritura (primaverile o estivo). 
La spiraea arguta, la spirea prunifolia, la spirea x vanhouttei sono a fiore bianco e a fioritura primaverile.
La spiraea japonica e la spiraea bumalda sono invece a fiore rosa e fioritura estiva.
In particolare la spiraea japonica ha anche due varietà interessanti: la Goldflame, che ha foglie verde-rossastro in primavera e che in estate diventano gialle, e la Shirobana, che porta contemporaneamente fiori bianchi e rosa.

"Spirea 'Lemon Princess' (Spiraea japonica) (5695236971)" di Drew Avery - Spirea 'Lemon Princess' {spiraea japonica}.
 Con licenza CC BY 2.0 tramite Wikimedia Commons  

 Devo dire che trovo le spiree a fiore rosa meno di effetto rispetto a quelle a fiore bianco, ma è solo una opinione personale.

Niente a mio parere è più bello della spiraea x vanhouttei, che regge benissimo il confronto anche piantata da sola in mezzo a un prato. I rami arcuati che possono crescere più di due metri garantiscono l'effetto fontana:

"Bridal-Wreath or Vanhoutt Spirea IMG 2714" di Rronenow - Opera propria. Con licenza CC BY-SA 3.0 tramite Wikimedia Commons - https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Bridal-Wreath_or_Vanhoutt_Spirea_IMG_2714.jpg#/media/File:Bridal-Wreath_or_Vanhoutt_Spirea_IMG_2714.jpg

Confesso di aver tentato di coltivarla in vaso sul terrazzo. E' infatti una pianta facile, non teme il freddo né il caldo, ma ha bisogno, come le cugine rose tra l'altro, di costante apporto di acqua. Ovviamente il risultato in vaso è molto meno spettacolare ma questa primavera mi sono goduta la sua fioritura accanto a quella di una azalea bianca e rosa. Adesso si appresta al riposo invernale e spero di vederla di nuovo fiorita il prossimo anno.

La mia piccola spirea x vanhouttei in vaso accanto ad un'azalea

Qualche consiglio di coltivazione:

Esposizione: è una pianta molto rustica, che si adatta benissimo al sole e alla mezz'ombra. All'ombra fiorisce molto meno. Le uniche specie che preferiscono posizioni più fresche sono quelle a foglie variegate o colorate. Sono piante a crescita vigorosa, è bene dedicare loro lo spazio necessario.

Terreno: si adatta a qualsiasi tipo di terreno. E' sufficiente una sola concimazione all'anno, a fine inverno (meglio se organica con stallatico o letamino, altrimenti con un concime chimico a lenta cessione).

Annaffiature: se piantate in piena terra sono autonome, a meno di siccità prolungata. E' comunque consigliabile annaffiare durante il primo anno dalla piantagione per far attecchire meglio le radici. In vaso sono abbastanza sprecate, ma se volete tentare il terreno deve essere sempre piuttosto fresco, quindi durante l'estate per gli esemplari in contenitore è necessario un apporto regolare.

Potatura:la potatura cambia a seconda delle varietà. Quelle a fioritura primaverile si potano anche abbastanza severamente a fine inverno, perché fioriscono sui rami di un anno. Le specie a fioritura estiva invece devono essere potate subito dopo la fioritura e meno severamente, in quanto fioriscono sui rami nati nell'anno precedente. Personalmente in ogni caso odio le potature drastiche e le eseguo solo in caso di necessità per rinforzare la pianta.

Avversità: pianta robustissima, in caso di clima avverso può essere vittima di afidi, in tal caso usare prodotti appositi per gli insetti. In caso di infestazione non massiccia, è possibile tenerli a bada con decotti di aglio e sapone di marsiglia, o ancora meglio con il macerato di ortica: ecologici e a costo zero.

Utilizzo: si usa principalmente nelle siepi (a mio parere una pianta così bella merita di non finire in una siepe mista ad altre piante, piuttosto è bene fare una lunga siepe solo di spiree; ma nessuno vieta di accostarla ad altri esemplari da siepe fiorita informale). Oppure la si può piantare come esemplare isolato (magari accostando 3 piante insieme per un effetto più compatto) e far ricadere i rami sfruttando la loro curvatura naturale. Se proprio volete sacrificarla in vaso, sceglietelo ampio e soprattutto dategli la posizione di risalto che merita, oppure create una quinta di piante con caratteristiche simili. Avendo rami arcuati si presta bene addossata a palizzate, muri, recinzioni.

Costo: una pianta giovane in vaso da 18-20 cm costa sui 12-15 euro.

Fitotossicità: la spirea non è tossica né per l'uomo né per gli animali; anzi, viene utilizzata in fitoterapia perché contiene vitamina C e sostanze simili all'acido acetilsalicilico: gli infusi vengono consigliati caso di stati influenzali e dolori. Ovviamente tali preparati sono controindicati in chi è allergico a tali sostanze o assume già farmaci come l'aspirina.
P.S.: mi raccomando, evitate sempre, anche in erboristeria, il fai da te, perché non sempre ciò che è naturale è anche innocuo. Rivolgetevi sempre a personale esperto e con adeguati titoli di studio prima di ingurgitare pozioni miracolose anche se vegetali. Questo è solo un cenno illustrativo e io sono giardiniera dilettante, non farmacista o medico; queste indicazioni non vanno intese come curative ma sono semplici curiosità.


Link correlati:

- un articolo di Wikihow che insegna a potare le spiree ai non esperti.

- un video de "Le Stagioni di Casa" in cui il maestro giardiniere Carlo Pagani parla inizialmente di ligustro e in seguito della spirea. La pianta che descrive è una spirea bumalda a fiore rosa, ma gran parte dei consigli sono validi per tutte le specie di questa splendida pianta.




Commenti

  1. Mai avuta, accipicchia! Ormai devo adattarmi anch'io ai vasi....magari per una siepe potrei utilizzarla!

    RispondiElimina
  2. Io ne sono pazzamente innamorata, Sara. In fiore è stupenda. E se la si pianta in piena terra è di una facilità disarmante :)

    RispondiElimina
  3. Che bella e delicata questa pianta!

    RispondiElimina

Posta un commento